Effetti della bobina BAC sulle tubature

Quando si parla di risparmio energetico nessuna misura è superflua. Oggi ci occupiamo della bobina BAC (Bobina Bifiliare Chiusa Autoinduttiva), un dispositivo passivo che si autoalimenta dalle frequenze presenti nell’aria e dalle cariche elettriche che si trovano nei fluidi.

Chi l’ha provata si è dichiarato entusiasta perché dopo averla installata sui tubi dell’acqua, di casa e della macchina ha testato meno consumi e una maggiore efficienza energetica.

L’aspetto migliore di questo dispositivo però è che può essere realizzato in casa ed installato autonomamente anche dai non professionisti. Non solo, la bobina BAC può essere installata all’ingresso del tubo dell’acqua che parte dal contatore e va in tutta la casa ma anche sulle tubature dei singoli rubinetti (della cucina, della lavatrice, della doccia ecc.).

I vantaggi che se ne ricavano sono innumerevoli:

  • Acqua più pura e più leggera
  • Riduzione delle quantità di fluoro, calcare e metalli pesanti presenti nell’acqua
  • Lavatrice che lascia panni più puliti permettendo così di utilizzare meno detersivo e panni soffici e profumati senza la necessità di un ammorbidente.
  • Piante più vigorose e sane poiché innaffiate con un’acqua più pura
  • Capelli e pelle più sani grazie ad un’acqua della doccia migliore
  • Risparmio sulle bollette del gas
  • Fornelli della cucina più potenti
  • Miglior efficienza della caldaia

Bisogna tener presente che dopo aver installato la bobina BAC, le tubature che passano per le nostre case avranno l’acqua magnetizzata e per questo tutto l’ambiente casalingo risulterà più sano, il sonno sarà più profondo e anche la qualità di vita degli animali domestici migliorerà (perderanno meno pelo e sarà molto più lucido e folto).

Come abbiamo anticipato, è possibile costruire la bobina BAC in casa, basta seguire le istruzioni e avere gli utensili giusti. Il procedimento non è troppo complesso:

Prendete un doppino stereo di 1 metro con sezione 1 mm² e fissate un’estremità sul tubo con del nastro isolante. Avvolgete il filo sul tubo in senso orario verso destra, in modo che il verso segua l’acqua e fate 13 giri sul tubo. Una volta arrivati alla fine, comprimete bene i fili in modo che siano il più compatti possibile e fissateli con del nastro isolante. Girate i fili verso il lato opposto finché non li avreste sovrapposti per una lunghezza di 5 cm e rimuovete con le forbici Arrivato alla fine cerca di comprimere bene i fili che devono essere il più compatti possibile l’isolamento di plastica ai capi del filo per 2 cm dopodiché unite il rosso all’inizio e il nero alla fine e viceversa nastrando il tutto alla fine. Questo video vi spiegherà ancora meglio ogni singolo passaggio:

Vota questo articolo
[Voti: 1 Media: 5]

I commenti sono chiusi