Come funziona la caldaia

Perché è importante sapere come funziona la caldaia

Quante volte vi è capitato di rimanere improvvisamente sotto la doccia senza acqua calda? Sicuramente sapere come funziona la caldaia e quali sono i suoi componenti servirà a limitare situazioni spiacevoli di questo tipo perché una volta compreso il meccanismo, sarà più facile capirne eventuali malfunzionamenti e rimediare in tempo.

Sapere come funziona la caldaia, inoltre, ci servirà per poter risparmiare sui costi del consumo energetico perché una semplice disfunzione del sistema di riscaldamento provoca dispersioni di calore e quindi un inutile dispendio di energia.

Come funziona la caldaia

Il sistema che permette il funzionamento della caldaia è basato su due circuiti: il circuito idraulico e il circuito a gas. Il gas viene preso dalla rete e bruciato in modo tale che l’acqua si surriscaldi e venga pompato verso l’esterno fino alle tubature domestiche che riscalderanno gli ambienti interni.

In seguito il gas combusto viene espulso attraverso la canna fumaria posta all’esterno che, grazie ad un elettroventilatore, lo spinge con forza all'esterno per evitare che questo venga inalato dagli abitanti della casa. Questo tipo di caldaie, solitamente, è detta a tiraggio forzato.

Meccanismo di funzionamento della caldaia

Il circuito idraulico è composto da due sotto-circuiti perché oltre a permettere il passaggio dell’acqua la deve anche filtrare: questo avviene perché l’acqua che viene utilizzata per riscaldare la casa attraverso la caldaia è diversa da quella del rubinetto che troviamo in bagno o in cucina.

La differenza tra i due tipi di acqua sta nel fatto che quella del rubinetto proviene dalla rete idrica (acqua calda sanitaria) mentre quella utilizzata dalla caldaia è un’acqua a circuito chiuso. I due sotto-circuiti che compongono il circuito idraulico, infatti, servono a riscaldare i termosifoni (scambiatore primario) e a produrre acqua calda secondaria (scambiatore secondario).

Alla base di tutto c’è la scheda di accensione e regolazione, ovvero un dispositivo elettronico che funge da cervello della caldaia: questo serve a controllare tutte le operazioni e i comandi che vengono dati al sistema di riscaldamento. C’è poi la camera di combustione dove avviene la combustione del gas e che di solito viene rivestita di fibra di ceramica per isolare termicamente questa operazione ad altissima temperatura.

Il gas viene poi messo in circolazione tramite il circolatore che spinge l’acqua ormai calda nello scambiatore di calore e la porta verso i radiatori: il ciclo si interrompe quando l’acqua diventa fredda. La valvola del gas permette il passaggio del gas verso la caldaia e normalmente è posizionata tra il contatore e la caldaia. Questo dispositivo elettrico ha una doppia funziona di sicurezza e di modulazione del flusso del gas (quest’ultimo viene attivato quando alla centralina arriva l’input elettrico di mancanza di gas).

Capire come funziona la caldaia, quindi, sarà importante non solo per risparmiare energia e per evitare malfunzionamenti del sistema di riscaldamento della propria casa, ma per prevenire situazioni di pericolo che è possibile evitare se si conosce anche in parte il processo produttivo di calore della caldaia a gas.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vota questo articolo
[Voti: 3 Media: 5]

I commenti sono chiusi