Il riscaldamento a battiscopa

In questi ultimi anni si stanno succedendo le innovazioni tecnologiche, in particolare per quanto riguarda l’importante ruolo svolto dal sistema di riscaldamento nelle case.

Basta lanciare uno sguardo al passato infatti, per rendersi conto di quanto i metodi di riscaldamento casalingo siano cambiati, partendo dal fuoco e passando per stufe a legna, termo camini, pellet, impianti a gasolio e infine nuovi metodi estremamente sofisticati come il riscaldamento a battiscopa.

Ma perché si tratta di un’innovazione così importante? Il riscaldamento a battiscopa rappresenta un incredibile passo in avanti per quanto riguarda i sistemi di riscaldamento perché oltre a garantire il riscaldamento permette di eliminare contemporaneamente l’umidità dai muri, grazie al meccanismo dei tubi riscaldati. Questi ultimi passando nel battiscopa non solo irradiano calore nella stanza ma lo emanano anche dal muro in modo da garantire pareti asciutte e calde senza fastidiose macchie di umidità.

Il vantaggio principale è che l’acqua impiegata per il riscaldamento a battiscopa è in quantità minima e le tubature in cui scorre sono di rame, dove può raggiungere temperature che vanno dai 45 ai 60°C. Per scaldare un ambiente di 100 mq sono sufficienti 8 litri di acqua e la percezione del calore permette di abbassare i termostati del 15% il che comporta un notevole risparmio energetico.

Non trascuriamo ovviamente l’aspetto estetico: il riscaldamento a battiscopa è disponibile in diversi colori ed è così possibile abbinarlo allo stile di qualunque stanza. Le sue dimensioni si attestano solitamente attorno ai 15 centimetri in altezza per 3 centimetri di larghezza e ciò lo rende discreto e adatto a qualsiasi ambiente

Inoltre può essere utilizzato su gran parte delle pareti, non occupa molto spazio e non avrete alcun problema a collocare i caloriferi in particolari e strategiche zone della vostra abitazione. Con questo riscaldamento potrete sfruttare completamente il calore emanato dai radiatori nel battiscopa, i risultati saranno ottimali e andranno di pari passo ad un notevole risparmio energetico.

Ma quanto costa un impianto di riscaldamento a battiscopa? Sicuramente è meno costoso degli impianti tradizionali ed è vantaggioso anche il costo di mantenimento grazie alla bassa temperatura di esercizio dell’acqua.  Il costo dell’installazione, comprensivo di materiale con accessori di fissaggio, manodopera e battiscopa di finitura va dai 120 ai 150 euro al metro lineare ma va sottolineato che gode della possibilità di detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti (eco bonus).

Vota questo articolo
[Voti: 0 Media: 0]

I commenti sono chiusi