Obbligo delle valvole termostatiche per il riscaldamento centralizzato

Grandi novità in arrivo sul fronte del riscaldamento centralizzato. Tra primavera e fine della prossima estate infatti, per tutti i condomini in possesso del suddetto riscaldamento arriverà l’obbligo delle valvole termostatiche a norma di legge.

La Direttiva Europea ha voluto in questo modo migliorare l’efficienza energetica di tutti quegli stabili senza riscaldamento autonomo nei quali si paga in base ai millesimi e non in base a quanto si consuma.

La prima rivoluzione in questo senso si è avuta lo scorso 15 ottobre quando le caldaie sono state dotate di carta d’identità in nome della sicurezza ambientale e ora ne arriverà un’altra entro dicembre 2016 con l’obbligo delle valvole termostatiche da installare su ciascun termosifone.

Obbligo delle valvole termostatiche: di cosa si tratta

Ma cosa sono queste valvole? Si tratta di meccanismi di termoregolazione grazie ai quali il calore viene suddiviso nei diversi ambienti in cui è diviso l’appartamento. In questo modo si esclude il termosifone quando la camera raggiunge la temperatura desiderata in base al livello che può essere impostato da un minimo di 0 a un massimo di 5. Quanto ai contabilizzatori, si tratta di apparecchi che mostrano la quantità di calore effettivamente consumato.

L’obbligo delle valvole termostatiche è già entrato a pieno regime in Piemonte e in Lombardia e il suo scopo è sostanzialmente quello di contenere la spesa energetica delle abitazioni diminuendo del 20% le emissioni di Co2 e aumentando la percentuale delle fonti di energia rinnovabile.

Obbligo delle valvole termostatiche: le spese

Ciò dovrebbe consentire di risparmiare tra il 10 e il 30 per cento del combustibile utilizzato in ogni condominio il che è sicuramente positivo. Ma a quanto ammonteranno le spese per l’obbligo delle valvole termostatiche? Le stime mostrano che per un appartamento di 80 mq con 6 caloriferi serviranno circa 1.055 euro per installare le valvole termostatiche (più o meno 120 euro a calorifero). Tale importo già include lo sconto del 65% per l’ecobonus che si suddivide su 10 anni in base alla dichiarazione dei redditi.

Ciò nonostante la spesa è sicuramente ingente e i risultati concreti sul fronte ambientale saranno riscontrabili tra circa 6 anni anche a causa delle cattive abitudini degli italiani (dispersione di calore a causa di finestre lasciate aperte e spifferi).

Ricordiamo infine che ci sono alcuni impianti per cui non scatterà l’obbligo di installazione delle valvole termostatiche ovvero quelli per i quali sussistono impedimenti di natura tecnica ad esempio case riscaldate da pannelli radianti molto vecchi per i quali l’adeguamento dell’impianto risulterebbe essere troppo costoso e complicato.

Per tutti gli altri l’obbligo delle valvole termostatiche entrerà in vigore entro fine estate e chi non osserverà la legge sarà soggetto a una sanzione compresa tra i 500 e i 2500 euro a seconda delle disposizioni di ogni regione.

 

Vota questo articolo
[Voti: 1 Media: 5]

I commenti sono chiusi